Cattedrale


Cattedrale, esterno

La struttura esterna della Cattedrale, dedicata alla Madonna della Visitazione, risale al XIII secolo (1230-1270), progettata e realizzata da maestranze dell'antica Terra d'Otranto. I tetti a salienti, il grande rosone centrale e la pietra calcarea sono strutture tipiche dello stile romanico-pugliese che la caratterizza, così come i decori finissimi che ornano i due portali laterali: il portale dedicato ad Abramo, la cui figura è intagliata a basso rilievo su una piccola lastra calcarea che è possibile ammirare nella lunetta che sovrasta l'architrave; il portale dei leoni, più imponente, protetto da un sottile protiron custodito da leoni stilofori e sormontato da un aquila (mutila per incuria del tempo), la cui bellezza è accentuata dai sei piccoli volti di cherubini che fa tutto tondo ornano l'architrave. Il portale principale, orientato a ovest a sovrastare la profonda valle del Sasso Barisano, è alleggerito al centro dal delicato rosone che alcuni studiosi leggono quale simbolo della ruota della fortuna o del destino: le tre figure scolpite a rilievo che sembrano reggere il rosone, simboleggiano le tre classi sociali del popolo materano intenti a tirare o a ruotare la grande ruota della fortuna perchè questa vada nella propria direzione, ma, tirata dei tre lati opposti, la ruota resta immobile, è quindi Dio a decidere il destino degli uomini. Le sculture inserite nelle nicchie ai lati del portale sono aggiunte successive: la Vergine col Bambino, San Pietro e San Paolo, scolpite e dipinte su pietra calcarea, sono rinascimentali; i due basso rilievi laterali raffiguranti Santa Teopista e Sant'Eustachio si datano al XVII secolo.
A conferire leggerezza e movimento alla facciata sono anche i sottili archetti pensili che ornano il tetto a salienti, così come le due colonnine per lato poggianti su telamoni e animali stilizzati, desunti dai preziosi repertori di immagini (animali, pietre preziose) offerti dai bestiari medievali che aiutavano le maestranze a spiegare complessi significati teologici attraverso simboli comprensibili a tutti.
Infine il campanile a torre, sormontato da una guglia settecentesca, che con i suoi 56 metri si mostra elegante dai territori circostanti, superando le alture delle Murge che circondano e proteggono i Sassi.

 

aperta tutti i giorni | orari 9.00 - 18.00 | ingresso libero | costo audioguida € 2,00 | www.oltrelarte.it

 


Cattedrale, interno

Al suo interno la Cattedrale mostra l'unione di stili molteplici: dall'originario stile medievale rappresentato dagli affreschi (recuperati fortuitamente in corrispondenza di uno dei due ingressi laterali) e dai capitelli in pietra, allo stile rinascimentale di alcune pale d'altare e di due cappelle interamente decorate in pietra calcarea scolpita e dipinta, fino allo sfarzo delle decorazioni settecentesche degli altari marmorei, dei decori in stucco e le relative dorature, compresi i singolari soffitti lignei dipinti a tempera.